Categorie
Linux Raspberry Tecnologie

Accedere via FTP alla Raspberry Pi o Linux

Sicuramente una delle funzionalità più utili per un server è l’accesso FTP. Abilitarlo sulla Raspberry o sul linux in generale è semplicissimo con vsftpd.

Installazione

Innanzi tutto installiamo il pacchetto:

sudo apt-get update
sudo apt-get install vsftpd

Configurazione

Per configurarlo innanzitutto fermiamo il demone

sudo service vsftpd stop

ed editiamo il file /etc/vsftpd.conf (anche da terminale con il comando nano)

sudo nano /etc/vsftpd.conf

Eliminando tutte le linee di commento restiamo con i parametri di configurazione principali

listen=YES

#anonymous_enable=YES

local_enable=YES
write_enable=YES

dirmessage_enable=YES
use_localtime=YES
xferlog_enable=YES
connect_from_port_20=YES
secure_chroot_dir=/var/run/vsftpd/empty
pam_service_name=vsftpd
rsa_cert_file=/etc/ssl/private/vsftpd.pem

Le sole righe di configurazione che ci interessano sono la 3 che commentandola disabilita l’accesso anonimo, la 5 che abilita il login con le credenziali e la 6 che abilita la scrittura di file via ftp.

Categorie
Linux Tecnologie

Come avviare uno script all’avvio di linux

Avviare script all’avvio di linux è semplicissimo, supponiamo di avere il nostro script in /home/user/startup.sh così composto

#!/bin/bash
echo Hello World!

exit 0

(E’ importante che termini con exit 0!)

Ora andiamo nel file /etc/init.d/rc.local e alla fine scriviamo

./home/user/startup.sh

Lo script si avvierà ad ogni avvio di linux in superuser

Categorie
Computer Tecnologie

Come formattare il PC e reinstallare il sistema operativo

Capita purtroppo spesso che il nostro pc sia vittima di qualche virus o che si blocchi continuamente perché ormai stracarico di programmi o documenti vari, oppure che il sistema che abbiamo è ormai obsoleto e che semplicemente vogliamo fare un upgrade oppure passare a linux da windows o viceversa. Ma come si può formattare il sistema senza ricorrere al tecnico? Il procedimento è molto più semplice di quanto possiate immaginare.

Ciò di cui abbiamo bisogno è:

  • Il CD/DVD di windows (o in chiave usb, vedi qui come crearla);
  • I driver del nostro sistema aggiornati (reperibili in rete)[ma non strettamente necessari perché gli ultimi sistemi operativi dispongono già di una funzione che permette di procurarsene automaticamente];
  • Un backup dei nostri dati personali, che consiglio di effettuare online magari ottenendo subito 20GB con questa guida.

PASSO 1
Avendo a disposizione tutti i prerequisiti siamo pronti per procedere. La prima cosa da fare è inserire il supporto con il sistema operativo nel pc e accenderlo. Il nostro intento è far avviare il cd con l’intallazione del sistema operativo prima del sistema preesistente quindi dobbiamo scegliere la fonte primaria da cui il nostro pc dovrà avviarsi. Quindi premiamo subito all’avvio il pulsante ESC (oppure F9)in alto a sinistra della tastiera (il tasto varia a seconda del modello del nostro pc) e dovrebbe apparirci una finestra in cui possiamo scegliere le varie fonti disponibili. Selezioniamo quindi la nostra.

IMG_3200

Nota bene
Gli ultimi sistemi con windows 8 si avvalgono di una codifica delle partizioni diversa dalle versioni precedenti: il GPT piuttosto che l’MBR. La prima permette l’utilizzo di hard disk superiori a 2TB, la seconda fino ai 2Tb. Quindi se vuoi installare windows in GPT oppure il tuo pc non vede il disco/usb di windows apri lo spoiler sottostante, altrimenti puoi continuare.

[spoiler]Allora, se vuoi installare windows 8 in GPT con l’UEFI e il computer non riconosce e non vede il DVD/USB da cui vuoi installare il sistema, significa che il il supporto da cui stai installando il sistema non supporta il GPT. Se invece nel tuo sistema è attivato il boot da EFI (Windows 8) dobbiamo recarci nel bios, solitamente premendo all’avvio il tasto F2, e cercare l’opzione chiamata “Legacy support” e scegliendo “Enabled” per attivarla (ma prima dobbiamo anche disabilitare il “Secure Boot”). In questo modo installeremo il sistema in MBR.
[/spoiler]

PASSO 2
A questo punto siamo riusciti ad avviare l’installazione del nostro sistema operativo. Ora non ci resta che scegliere le opzioni a video. Nel momento in cui l’installazione ci chiederà dove installare il sistema sceglieremo la partizione precedente, quella in cui c’era il sistema precedente avendo cura di formattarla utilizzando l’interfaccia grafica dell’installazione, rimuovendo altre subpartizioni del sistema precedente e creandone, se ne avete bisogno, una per i vostri dati personali. In seguito fornirò alcune immagini per l’interfaccia di varie installazioni.

PASSO 3
Ora che abbiamo completato l’installazione il sistema si riavvierà facendoci scegliere le opzioni di base, da qui in poi l’interfaccia sarà molto semplice da comprendere. Gli aggiornamenti di windows installeranno automaticamente i driver necessari ma se così non fosse dovremmo cercarli autonomamente nel web con alla mano il modello del nostro pc se acquistato preassemblato, o quantomeno i componenti che lo compongono.

Categorie
Computer Tecnologie

Installare Windows o Linux da USB

Se disponiamo di un netbook non possiamo avviare, ovviamente, l’installazione da CD o DVD del sistema operativo. Ecco che vi propongo un utility semplicissima da utilizzare, compatibile con tutti i sistemi, che si chiama Rufus e che permette di creare una chiavetta USB avviabile per consentirci di installare il sistema, proprio come tradizionalmente si fa da DVD. Addentriamoci subito nell’interfaccia del programma e vediamo come realizzare la nostra chiavetta.

rufus_it

1. Innanzitutto dal primo menù a tendina scegliamo l’unità della nostra chiavetta;
2. Lasciamo tutto come in figura (opzioni predefinite) e clicchiamo sull’immagine di un disco accanto a “Crea disco avviabile con: Immagine ISO
3. Scegliamo la nostra immagine che abbiamo precedentemente preparato e clicchiamo su “Avvia“. Il programma creerà automaticamente la chiavetta.

Ora possiamo procedere alla formattazione del nostro pc, se non sai come fare vedi qui.

Rufus | Sito ufficiale